16 novembre, 2018

GENER(Y)ACTION NEL PLAY STORE DI GOOGLE: NASCE LA APP PER ORIENTARE I GIOVANI NEL MONDO DEL LAVORO

Da oggi sul Play Store di Google è disponibile l’applicazione del progetto Gener(Y)Action.

A curarne la realizzazione e a supervisionare gli aspetti scientifici è stata l’Università Politecnica delle Marche, che in questi ultimi mesi ha collaborato con la Provincia di Fermo per dare forma ad uno strumento utile per orientare nel mondo del lavoro al target di giovani tra i 16 e i 35 anni, destinatario di tutte le azioni del progetto dedicato ai 17 Comuni del Cratere fermano e nato ad inizio anno grazie ad un finanziamento dell’Anci nazionale.

“L’obiettivo dell’applicazione mobile è quello di veicolare le informazioni e le opportunità del territorio ai giovani, nonché le occasioni di crescita professionale e di cultura di impresa – sottolinea la Presidente Moira Canigola – Insieme alla Politecnica delle Marche, che ringrazio per il prezioso supporto, abbiamo scelto di creare una app che permetta di avere un’esperienza piacevole di navigazione, fluida e coerente. Le informazioni sono state descritte ed organizzate per soggetto di interesse, vale a dire le news riguardanti Gener(Y)Action, gli sportelli Fare Impresa dislocati ad Amandola e Montegiorgio, un servizio gratuito di consulenza psicologica a giovani e famiglie, le opportunità occupazionali e formative nel territorio, bandi e concorsi, esperienze all’estero e compilazione di curriculum”.

“Assieme al territorio l’Università ha il dovere di pensare e progettare una rinascita dei luoghi colpiti dal sisma, fondata sui giovani e sul lavoro – è il commento di Sauro Longhi, Rettore dell’Università Politecnica delle Marche – Ecco allora che l’innovativo progetto della GenerYAction ci vede collaborare puntando sui giovani che studiano o stanno cercando di orientarsi per entrare nel mondo del lavoro proponendo strumenti, come questa app e conoscenze digitali, che possano abbattere qualsiasi disparità, economiche e sociali, per diffondere informazioni utili e per veicolare le opportunità del territorio, nonché le occasioni di crescita professionale e di cultura di impresa. L’innovazione che raccontiamo nelle nostre aule fa parte dei cambiamenti che stiamo vedendo quotidianamente e che miglioreranno il vivere di tutti i cittadini, anche di coloro che oggi si trovano in difficoltà, purché siano fatti in un’ottica di inclusione. Ci saranno nuovi mestieri e nuovi modi di produrre per il benessere di tutti e per fare questo dobbiamo investire sui giovani e sulle loro conoscenze”.

Prossimamente la app sarà disponibile anche in versione iOS.